News

“D’estate con la barca” di Giuseppe Patroni Griffi @teatro Piccolo Eliseo, Roma

Dal racconto “D’estate con la barca” (1951) di Giuseppe Patroni Griffi.

Con: Gaia Aprea

Adattamento e regia: Luca De Fusco

Scene: Luigi Ferrigno

Costumi: Zaira De Vincentiis

Disegno luci: Gigi Saccomandi

Musiche: Ran Bagno

Dal 4 all’8 aprile presso il teatro Piccolo Eliseo

Due coppie di giovani prendono il largo ciascuna su una barca, dove giocano, si seducono e fanno l’amore. Tutto normale, non fosse che la resa scenica del racconto è affidata non a quattro attori diversi, bensì alla sola Gaia Aprea, che sgattaiola con grazia ora dalla parte della voce narrante, ora a quella della seduttrice o del seduttore, ora a quella del suo partner.

fonte: luigiferrigno.it

La scenografia è essenziale. Si apre il sipario e l’attrice è seduta su una barca in legno, sede delle passioni dei giovani protagonisti nel riadattamento di Luca De Fusco. Sulle luci è giocato il resto: proiettano cielo limpido e mare cristallino, quasi onirico, per gran parte della rappresentazione, la cui durata di un’ora scandita in un unico atto è efficace a trattenere lo spettatore all’interno degli eventi narrati, senza mai correre il rischio di perdere la sua attenzione.

E’ vincente l’alternanza tra il racconto della storia di Enrico e Giulia, più drammatica e malinconica, con quella di Mario e Luisa, verbalmente e fisicamente più violenta, a tratti comica, per di più caratterizzata dalla calata dialettale di narratore e personaggi.


Gaia Aprea ben calata in ogni parte suggerisce aspetti psicologici di ciascuno dei quattro amanti, prestando divinamente voce e corpo ai passaggi più espliciti del racconto, la cui potenza espressiva trova perfetto compimento. Davvero apprezzabile l’evoluzione del narratore: da fredda voce fuori campo a compartecipe delle incalzanti passioni dei personaggi (manca infatti il tempo per “uscire fuori” a commentare le scene più convulse) , fino a scomparire del tutto.

Nel finale l’andamento agrodolce degli accadimenti si inasprisce e l’attrice non tradisce nei momenti di massima tensione emotiva.

Riccardo Romito

Please follow and like us:
0
About Riccardo Romito (2 Articles)
Riccardo Romito è nato a Roma nel 1996. Studia lettere classiche presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Tor Vergata e coltiva parallelamente la passione per il teatro frequentando corsi e laboratori tenuti da professionisti e svolgendo il ruolo di attore presso realtà amatoriali quali la "Compagnia della Vinaccia".
Contact: Facebook

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial