News

La Tempesta di William Shakespeare Teatro Argot Studio

Un’opera che ci aiuta a capire cosa vogliamo ancora e cosa non vogliamo più.

Una commedia che continua a parlare prepotentemente alle persone di oggi.

Al Teatro “Argot Studio” in questi giorni è in scena uno degli ultimi testi del drammaturgo inglese William Shakespeare “La Tempesta” con Luigi Diberti (prospero)  regia di Maurizio Panici e un cast di giovani attori dove spicca sicuramente la giovane attrice Claudia Gusmano ( lo spiritello Ariel) molto brava a farti credere cosa sta provando il suo personaggio.

slide_tempesta2

Il dramma, ambientato su di un’isola imprecisata del mediterraneo, racconta la vicenda dell’esiliato Prospero, il vero duca di Milano, che trama per riportare sua figlia Miranda al posto che le spetta, utilizzando illusioni e manipolazioni magiche. Prospero con la sua arte riesce a costringere gli altri personaggi a muoversi secondo il suo volere. Nel finale in un famoso monologo Prospero rinuncia alla magia nel quale diversi studiosi hanno letto un riferimento all’abbandono delle scene da parte di Shakespeare.

Una commedia che continua a parlare prepotentemente alle persone di oggi, dove s’intrecciano amore e desiderio di un nuovo mondo. Un’opera che ci aiuta a capire cosa vogliamo ancora e cosa non vogliamo più, ma che soprattutto ci mostra quanto è importante la libertà. Nell’insieme si nota l’impegno dei giovani attori ma la rappresentazione teatrale risulta un discreto saggio di fine anno di un corso di recitazione.

Please follow and like us:
0

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial