News

Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher [:en]Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher

Il grande inganno. Una fiaba realissima.

Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher locandina

[:it]Lazzaro Felice è il terzo lungometraggio realizzato dalla regista Alice Rohrwacher . Per il terzo anno consecutivo la regista partecipa con una sua opera in concorso al Festival di Cannes , vincendo la Palma d’Oro per la Migliore Sceneggiatura Originale.

da sinistra: Adriano Tordiolo, Nicoletta Braschi, Alice Rohrwacher e Alba Rohrwacher

Alice Rohrwacher prende spunto da una vicenda accaduta nella realtà. Nel 1982 una marchesa ignorò le nuove normative entrate in vigore in Italia, sull’abolizione della mezzadria e la stipula dei contratti e di uno stipendio per i contandini. Le autorità intervennero per liberare i braccianti, per portarli nella città e dargli una nuova dignità. Alla fine rimasero senza terre, senza case e senza un lavoro. Attraverso gli occhioni buoni e limpidi di Lazzaro, assistiamo al “grande inganno“, la fine dell’epoca contadina.

Adriano Tardiolo e Luca Chikovani in una scena del film lazzaro Felice

Lazzaro Felice è un film che ha molti sottotesti e chiavi di lettura. Rimanda molto alla definizione di “realismo magico“, in cui la realtà si confonde con la fantasia, creando una magia attraverso i suoni della musica delle zampogne o di un organo suonato all’interno di una chiesa che si diffonde nella città.

L’autrice chiede allo spettatore di credere in  ciò che non si può spiegare con la razionalità. E’ un gioco dove bisogna affidarsi, senza farsi troppe domande, e senza sapere in che direzione andrà la storia.

La regista si interrroga su cosa accadrebbe se, nella società attuale, venisse al mondo un nuovo santo.  Ci sarebbe uno scetticismo cronico, lo avrebbe accusato di pazzia o non sarebbe accettato, perché diverso. Alice ha dichiarato “E’ sempre stato un mio desiderio, quando ero a scuola, scuotere il libro e mischiare le carte, ed in qualche modo il cinema lo rende possibile“.

Il film uscirà nelle sale giovedì 31 maggio 2018 con 01 Distribution.

 

 

 

 [:en]Lazzaro Felice è il terzo lungometraggio realizzato dalla regista Alice Rohrwacher, che per il terzo anno consecutivo ha partecipato al Festival di Cannes  in concorso, vincendo la palma d’oro per la migliore sceneggiatura originale. Alice Rohrwacher prende spunto da una vicenda accaduta nella realtà, in cui una marchesa ignorò le nuove norme  entrate in vigore, emesse dal governo nel 1982, in cui ci fu l’abolizione della mezzadria e la stipula di contratti e di stipendi per i contandini, che in questa occasione, rimasero invece totalmente ignoranti su ciò che stava accadendo nella vita reale. Il personaggio di Lazzaro, interpretato dal  bravissimo attore esordiente Adriano Tardiolo, è la metafora di cio che dovrebbe essere la persona umana, totalmente buona da non riuscire a far del male a nessuno e sempre pronto a mettere l’altro prima di se stesso.

 [:]

About Elena Tenga (20 Articles)
Esperta di critica cinematografica ed ideatrice della rassegna Cinema d'Autrice
Contact: Facebook

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*