News

L’Operazione convince al Piccolo Eliseo

In scena al Piccolo Eliseo dal 12 al 22 dicembre 2019 l’Operazione, tragicommedia scritta da Rosario Lisma, conferma il suo successo. Già vincitrice del Premio Nuove Sensibilità 2008 questo testo metateatrale che prende vita al Piccolo Eliseo raccoglie gli applausi di una gremita platea.

La storia racconta di 4 attori che cercano di mettere in scena un testo sulle brigate rosse. I quattro attori si riuniscono per dare vita ad una storia ma anche ad una compagnia teatrale. Uno di loro ha scritto il soggetto che è ambientato al tempo delle brigate rosse e dell’attacco terroristico allo Stato, culminato con il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro. Con recitazione naturalistica gli attori creano un’atmosfera che si doveva respirare, in quegli anni, in Italia. Sono eccitati ed incerti su come procedere e anche aggressivi. Il senso di insicurezza prevale. Come dare un senso a quegli anni di piombo e terrore?

Insicurezza e incertezza che si specchia nelle loro vite, l’opera mette alla luce la precarietà della vita dell’attore critica sottilmente il sistema italiano del mondo del Teatro che non dà certezze, un giorno si lavora quello successivo non si sa. Si tratta di una riflessione del Teatro su se stesso per l’intera piecè teatrale. I quattro attori provano in uno scantinato e dibattono sulla maniera di conseguire successo, arrivano a capire che l’unica maniera è coinvolgere come spettatore del loro spettacolo il più famoso critico di Teatro italiano, Mezzasala.

Mezzasala è un altro spunto critico dell’opera. Ci si interroga sul motivo per cui debba essere un critico a decidere l’esito di un’opera e come questo sia ineluttabile, qualcosa a cui non ci si può ribellare, incancrinito nella società italiana. I quattro debuttano con lo spettacolo con grande successo, ma Mezzasala non viene, così decidono di rapirlo e rifare lo spettacolo per lui, ma si addormenta e non vede nulla. Una specie di negazione dell’opera di se stessa, del suo esistere senza le regole del sistema.

Una critica che si estende all’intera società italiana con la scelta come argomento del testo delle Brigate Rosse.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*