News

“LORO 1” di PAOLO SORRENTINO, anteprima @CINEMA MODERNO di Roma

Paolo Sorrentino

Colmo di citazioni e riferimenti particolari (di cronaca e non), surreali e a volte geniali, ecco il nuovo film di PAOLO SORRENTINO.

“LORO 1” (prima parte in uscita questo 24 aprile, la seconda uscirà il 10 maggio per completare il minutaggio dell’opera a 4 ore di film) è il ritratto di un accaduto umano e politico nella storia di tutti gli italiani e di uno in particolare: Silvio Berlusconi.

“LORO” parla della classe politica (di quelli che contano) e del suo mondo “intorno”. Un mondo fatto di perversioni associate a continui provini per entrare in un circolo vizioso di favoritismi.

i Festini

Ma è anche un titolo ambivalente che parla degli italiani, di “LORO” che stanno a guardare e alimentano, favoreggiano quel mondo accompagnato da festini e cocaina, ambendo a fuggire dalla loro monotonia e scappare a Roma per essere vicini e conoscere di persona “LUI”, il cavaliere. Dove ogni tanto c’è una luce di romanticismo elegante dettato dalla figura carismatica di alcuni personaggi, ma che poi si dissolve subito, svelando il suo reale volto di immagine di potere, sesso e denaro.

In questo film si affronta il proibito (ciò che si sa ma che non si può dire), il concatenamento di avvenimenti che producono gli “inciuci” degli appalti e della preparazione e revisione delle leggi scritte dai politici, sempre inesorabilmente legati a donne e favori nati nei salotti, nelle feste esplosive e travolgenti, con valanghe di psicodroge.

Riccardo Scamarcio e Kasia Smutniak

Bellissima la scena in cui vediamo una pioggia fittissima di pasticche di MDMA cadere su tutti i partecipanti di una festa in piscina, sconvolti a tal punto da ricreare un quadro coreografico con al centro KASIA SMUTNIAK completamente nuda che rievoca la Venere del Botticelli sopra un oceano di mani in movimento e adorazione. E ancora più bello e simbolico è il fatto che fosse concatenata ad una scena precedente dove un camion della immondizia esplode gettando una pioggia di rifiuti sulle stesse persone.

Si affronta anche il mistero del potere che viene rappresentato da un personaggio potentissimo che può avere e desiderare tutto, più potente dello stesso Berlusconi, di qualsiasi imprenditore o politico. E che viene addirittura soprannominato DIO, non tanto per quello che può ma perché, a sue parole, “Sa anche perdonare”.

Elena Sofia Ricci

Un lungometraggio dove i personaggi dell’alta società inscenano la loro vita, rinchiusi nelle loro torri d’oro che vivono come prigioni o usano come via di fuga o  rifugio a seconda del loro necessità.  Una vita fatta di ville enormi vicine ad altre ville ancora più enormi, accanto al mare, agli yacht più grandi e lussuosi del mondo, parchi e giardini ricolmi di piante tropicali, gelaterie e ristoranti privati, giostre colorate e sonore che ci riportano alla mente la Neverland di Michael Jackson. Dove i pomeriggi si passano  scivolando sul mare in aquascooter, le serate tornabdo in città e facendo sesso sulle terrazze di attici nel centro di Roma.

Euridice Axen e Riccardo Scamarcio

Di questa visione di anteprima sento il senso di citare 2 momenti, tra i tanti, che mi son parsi i più belli, due dialoghi.

Il primo tra Berlusconi e suo nipote che gli appena fatto notare di aver schiacciato un escremento ma che lui stesso convince di non averlo fatto, con giri di parole che partono e arrivano al concetto che “nella realtà non importa se quello che dico sia vero o no, l’importante è che ci hai creduto” (un’educazione da brividi).

Il secondo, in netto contrasto, quando Berlusconi viene spiazzato da un giocatore a cui fa la corte per farlo giocare nel Milan, promettendogli TUTTO. Ma sentendosi rispondere che ci sono altri valori e che “tutto non è abbastanza”.

Toni Servillo

La recitazione è altissima: TONI SERVILLO replica e doppia il suo successo ottenuto con il carattere Andreottiano de “IL DIVO”; RICCARDO SCAMARCIO è perfetto e recita benissimo il suo ruolo di ambizione e manipolatore di Escort; KASIA SMUTNIAK ci sorprende ancora con il suo carisma ed eleganza; ELENA SOFIA RICCI è perfetta e dedicata a ricostruire il ruolo di Veronica Lario; FABRIZO BENTIVOGLIO e DARIO CANTARELLI danno quel giusto tono inquietante che certi personaggi reali scatenano in tutti noi.

Anche la crew ha contribuito degnamente nel lavoro: da citare soprattutto i dialoghi (scritti dal regista insieme a UMBERTO CONTARELLO), la fotografia di LUCA BIGAZZI e il montaggio di CRISTIANO TRAVAGLIOLI.

Ma dare un giudizio finale sul “LORO” è impossibile adesso, dobbiamo aspettare “LORO 2” per darne uno focalizzato e obbiettivo.

Ci limitiamo solo a dire che SORRENTINO ci ha stupito ancora, sapendo colorare la sua tela con i toni giusti di un regista accurato, che ha sempre il suo personale tocco onirico: cercando di spiegarci la realtà che supera la fantasia attraverso la fantasia che cerca di superare la realtà.

PAOLO RICCI

About Paolo Ricci (30 Articles)
Paolo Ricci, nato a Pistoia nel 1972, è un attore e caratterista Italiano; la sua carriera nel mondo dello spettacolo inizia nel 1986 frequentando televisioni, teatri e set. Nel 1998 Paolo Ricci si Diploma come Attore di Prosa alla Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone” e dal 1999 si trasferisce a Roma. Esordisce agli inizi degli anni duemila interpretando ruoli da protagonista e coprotagonista, primario e comprimario nel cinema (major e indipendente), in televisione (anche come presentatore), nel teatro di prosa e per il teatro per ragazzi. Grazie all'intensa carriera cinematografica, partecipa attivamente al cinema indipendente con lungometraggi, cortometraggi e videoclip musicali; impegnandosi anche in pubblicità, documentari, doppiaggio, radio e speakeraggi. E’ attivo anche nella promozione, direzione artistico/organizzativa di eventi, compagnie teatrali, gruppi di lavoro e laboratori con le sue organizzazioni e piattaforme multimediali (Progetto TANGRAM) che offrono una vetrina di visibilità in tutti i campi dello spettacolo sia a figure emergenti come di confermata notorietà; infine l’attore si dedica anche all'insegnamento della recitazione e dell’improvvisazione. http://www.riccipaolo.it/ - https://progettotangram.wordpress.com/

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*