News

Roberto di Costanzo in “Gatsby in Rome” la mostra al Gatsby cafè

A Roma presso il “Gatsby Cafe” in piazza Vittorio Emanuele II, 126 è in corso da giovedì 18 maggio fino al 1 giugno la mostra dell’artista Roberto di Costanzo intitolata “Gatsby in Rome”.

Roberto di Costanzo opera a Roma già da qualche anno; si forma all’Accademia di  Belle Arti  di Roma prima, presso il dipartimento di  scenografia teatrale e poi, spinto dal grande amore per il cinema, presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma sotto la direzione del Maestro Piero Tosi  come arredatore e costumista.

La sua grande passione per il disegno dal vero lo porta  negli anni successivi  a divenire docente di “Disegno dal vero” e pittura patrocinato dalla Associazione Anna Magnani di Roma.

La formazione e la passione per il disegno oltre a quella per il cinema, sono proprio le chiavi per leggere ed apprezzare l’opera di questo artista dai tratti poliedrici e contaminati.

La sapienza del tratto non si abbandona a ridondanti e melliflue riproposizioni  di soggetti dal sapore vetusto e stantio ma esplode in modernissime “vedute”, spaccati di un passato prossimo che ancora parla all’uomo contemporaneo.

 

 

 

 

 

E’ sicuramente una tecnica pregevole a fare da substrato. E’ quella, a tratti noiosa ripetitività dell’esercizio che insieme alla passione e alla poetica interiore dell’uomo fanno di un buon  disegnatore …un artista.

 

 

 

 

 

Per questo nella mostra “Gatsby in Rome” la contaminazione dei soggetti ritratti dal costume americano ben si sposa con la sapiente scenografia delle vedute architettoniche di Roma.

L’oggetto è proprio la riproposizione di personaggi ispirati al film “GATSBY” ritratti in paesaggi e scenari della Roma contemporanea.

L’architettura non è ispirata ma autentica. Tutto è supportato da una tecnica pregevolissima: la prospettiva raffinatissima e il tratto a china mai ridondante, entrambe contribuiscono a rendere le illustrazioni di Roberto Di Costanzo dense di affascinante sincretismo,  meravigliosamente belle e contemporanee sebbene ritraggono personaggi di ispirazione “proibizionista” .   

Armando Perlini

About Alessandro Decadi (64 Articles)
Alessandro Decadi si laurea con il massimo dei voti in Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Nel 2002 e nel 2003 collabora con la cattedra di Estetica musicale, presso il D.A.M.S. dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, all’organizzazione di due convegni internazionali di musicologia sotto la direzione della Prof. Claudia Colombati e della Dott. Mara Lacchè: “La musica e l’immaginario” (il 4 e 5 Ottobre a Villa Mondragone, Monte Porzio Catone); “Liszt e la Germania” (il 17 Novembre a Palazzo Savelli, Albano). Entrambi in collaborazione con l’Università di Parigi Sorbonne IV e l’Universidad Autonoma de Madrid (Madrid), vedono la partecipazione di grandi nomi del panorama musicologico internazionale. Nel 2001 ha tenuto presso la cattedra di Psicologia della Musica, retta dal Prof. Giovanni Iorio Giannoli dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, un seminario dal titolo “Musicoterapia: i suoni ed il sistema sottile nella tradizione indiana” la cui relazione è in corso di stampa. Specializzatosi con un master post laurea presso la Business School della L.U.I.S.S. Management di Roma in Management della Cultura, da allora si occupa dell’organizzazione di eventi culturali; Ha all’attivo l’organizzazione di oltre 500 concerti di musica classica. Dal 2002 al 2011è stato Tenore primo presso il coro dell’Università Degli Studi Di Roma “Tor Vergata”, diretto dal M° Stefano Cucci e sotto la direzione artistica del Prof. Agostino Ziino. Partecipa ad oltre 30 concerti e ad importanti rappresentazioni in Italia. Si ricordano in particolare le esecuzioni del Beatus Vir RV 598 e del Magnificat RV 611 di Antonio Vivaldi sotto la direzione del Direttore Kazimierz Morski (Roma e Padova) ed i Carmina Burana di Carl Orff diretti da Karl Martin (Nuovo Auditorium Parco della Musica, Roma). Svolge i suoi studi pianistici dapprima con il M° Maurizio Angelozzi e poi con il M° Antonio Saracino dal quale apprende la passione per Bach e lo stile classico. Docente di pianoforte presso diversi centri di formazione romani, partecipa a masterclass di perfezionamento in pianoforte con la prof.ssa Alessandra Torchiani e Prof. Giuseppe Squitieri. Nel 2008 perfeziona i suoi studi sotto la guida del M° Francesco Prode ottenendo il riconoscimento del Diploma di pianoforte a livello internazionale presso la prestigiosa Royal School of Music. E' pianista accompagnatore per la danza per il M. Salvatore Capozzi, primo ballerino del Teatro dell'Opera di Roma. È stato Direttore dell’Accademia Internazionale D’Arte con sede a Roma dal 2010 al 2016. Scrive e pubblica regolarmente per i giornali dello spettacolo recensioni in campo musicale e teatrale. Dal giugno 2017 è responsabile per i rapporti con le associazioni per la SIEDAS (Società Italiana degli Esperto di Diritto delle Arti e dello Spettacolo). Nel 2017 consegue la laurea magistrale in Giurisprudenza con una tesi in diritto tributario sugli “Enti non commerciali nell’ordinamento giuridico italiano”. Dal 2017 è Professore di Storia Sociale dello Spettacolo presso l’Università degli studi Guglielmo Marconi. Attualmente è iscritto presso il Conservatorio degli studi di L’Aquila al biennio specialistico in pianoforte ed al corso di laurea magistrale in Filosofia presso l’università degli studi di Tor Vergata.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*