News

“SPOSAMI, STUPIDO!” di Tarek Boudali, anteprima@THE SPACE Roma

Philippe Lacheau e Tarek Boudali

La pellicola è una divertentissima commedia francese campione d’incassi varata la scorsa stagione in francia e che approda oggi (20 giugno 2018) anche nelle sale italiane.

La regia è affidata a Tarek Boudali che fa parte del duo, insieme a Philippe Lacheau, di un accoppiata vincente di registi/attori che hanno al loro attivo già molti successi nelle scorse stagioni (come ALIBI.COM e i geniali BABYSITTING 1 e BABYSITTING 2, anchessi campioni di incassi, targati EAGLE PICTURES e UNIVERSAL).

“SPOSAMI, STUPIDO!” di Tarek Boudali è una commedia francese targata KOCH MEDIA che porta nuovamente in scena il tema del matrimonio di convenienza.

La famiglia marocchina…

Uno studente proveniente da una famiglia marocchina, povera ma tradizionalista, si procura il visto e va a studiare in Francia presso la facoltà di architettura. Ottiene ottimi risultati seguendo una sua disciplina ma si gioca tutto all’ultimo momento, mancando all’ultimo esame più importante. Perde il suo permesso di soggiorno e diventando un clandestino.

Non ha il coraggio di comunicarlo alla famiglia e va avanti raccontandogli bugie enormi attraverso le sue video chiamate, approfittando dell’enorme distanza.

I travestitismi dell’ufficio immigrazione…

Ma la situazione diviene insostenibile e alla fine, grazie all’aiuto del suo migliore amico conosciuto proprio in francia, di nazionalità francese, decide di inscenare un finto matrimonio gay per ottenere la cittadinanza.

E l’ufficio dedicato a scoprire queste violazioni è efficientissimo e i suoi agenti sono preparatissimi e difficili da ingannare…

Ci si mettono di mezzo anche l’amore, l’amicizia, la scoperta di nuove realtà e tanto altro ancora: il risultato sono 92 minuti di puro divertimento.

Belle e brutte sorprese…

Vedendo il trailer si potrebbe pensare che sia un film troppo scanzonato ma non è così: tutt’altro! E’ molto divertente e ci fa vedere la realtà del mondo dei falsi matrimoni organizzati per aggirare l’ufficio di immigrazione in maniera intelligente e leggera.

In particolare modo ci fa esplorare il mondo del matrimonio gay utilizzando il contesto dell’enorme amicizia che lega i due protagonisti. E’ quindi assistiamo ad una carrellata comicissima del mondo omosessuale analizzandone gli stereotipi e le icone, sì, ma in un modo ironico e feroce di fare commedia che solo il cinema francese sa fare ed insegnare (basti pensare che il loro BABYSITTING è stato copiato pari pari dalla pellicola italiana I BABYSITTER).

Un salvataggio finito male…

Ben scritto, ben diretto e ben recitato. Pieno di evoluzioni rocambolesche da parte dei protagonisti che ci mostrano le follie che li porta a compiere la loro amicizia, i nascondini e le fughe comiche, le gag e le situazioni surreali che sfiorano lo slapstick. Ma anche elaborati intrighi e un finale, non a sorpresa ma sorprendente, che ci regala anche del bel romanticismo.

 

Regia di: Tarek Boudali.

Con: Tarek Boudali, Philippe Lacheau, Charlotte Gabris, Andy Rowsky, David Marsais.

Titolo originale: Épouse moi mon pote.

Genere: Commedia

Francia, 2017, durata 92 minuti.

PAOLO RICCI

 

 

Please follow and like us:
0
About Paolo Ricci (21 Articles)
Paolo Ricci, nato a Pistoia nel 1972, è un attore e caratterista Italiano; la sua carriera nel mondo dello spettacolo inizia nel 1986 frequentando televisioni, teatri e set. Nel 1998 Paolo Ricci si Diploma come Attore di Prosa alla Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone” e dal 1999 si trasferisce a Roma. Esordisce agli inizi degli anni duemila interpretando ruoli da protagonista e coprotagonista, primario e comprimario nel cinema (major e indipendente), in televisione (anche come presentatore), nel teatro di prosa e per il teatro per ragazzi. Grazie all'intensa carriera cinematografica, partecipa attivamente al cinema indipendente con lungometraggi, cortometraggi e videoclip musicali; impegnandosi anche in pubblicità, documentari, doppiaggio, radio e speakeraggi. E’ attivo anche nella promozione, direzione artistico/organizzativa di eventi, compagnie teatrali, gruppi di lavoro e laboratori con le sue organizzazioni e piattaforme multimediali (Progetto TANGRAM) che offrono una vetrina di visibilità in tutti i campi dello spettacolo sia a figure emergenti come di confermata notorietà; infine l’attore si dedica anche all'insegnamento della recitazione e dell’improvvisazione. http://www.riccipaolo.it/ - https://progettotangram.wordpress.com/

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial