News

Youtopia di Berardo Carboni

Il fine giustifica i mezzi?

Youtopia di Berardo Carboni Locandina

Youtopia è l’opera prima del regista abruzzese Berardo Carboni . E’ ambientato tra vita reale e realtà virtuale di internet . Il regista si chiede se si  possa perdere la propria dignità, arrivando a prostituirsi.  L’argomento è molto delicato, ed anche scomodo, ed il film ha avuto delle difficoltà nel trovare sia una produzione, che una distribuzione.

Il film è vietato ai minori di 14 anni, ed ha suscitato un enorme dibattito durante la conferenza stampa, a cui hanno parteciapato alunni di varie scuole.  E’ giusto o sbagliato far vedere questo film agli  adolescenti?  Tutti i giorni loro hanno la possibilità di imbattersi, navigando nella rete, in queste trappole di siti che propongono video con materiale pornografico. Bisognerebbe educare i ragazzi  sull’utilizzo di internet, e metterli in guardia dai pericoli.

Berardo Carboni il regsita del film Youtopia

L’autore ha raccontato che le scene virtuali di Youtopia sono state create in un anno e mezzo, con il software Blender. E’ stato ricostruita un ambientazione molto simile a Second Life, un videogioco che riproduce una realtà surreale, dove ci si può collegare con altri utenti. Matilde (Matilda De Angelis )  entra all’interno del mondo fatato di Landing, attraverso il suo avatar.  Il cinismo e la bruttezza della vita, si incarna perfettamente nel  ruolo di Ernesto (Alessandro Haber), un uomo avido, che possiede già tutto.

Donatella Finocchiaro e Matilda De Angelis in una scena del film Youtopia

La telecamera entra negli  sguardi, cercando di spiarne da vicino ogni emozione, e riesce a rendere bene il senso di claustrofobia del film. Le due protagoniste, Laura ( Donatella Finocchiaro ) la madre, e  Matilde, la figlia,  saranno costrette dagli eventi a sopravvivere in un mondo che ti toglie il respiro, dove la luce filtra poco dalle finestre, e l’unica via di fuga sembra essere un piccolo schermo.  Il registro  drammatico delle due attrici è molto intenso.

Matilda De Angelis in una scena del film

Matilda De Angelis  ha  avuto il supporto della coach americana, Doris Hicks, che l’ha seguita sia a livello psicologico, per superare il pudore delle scene di nudità, e per la recitazione in inglese.

Il film uscirà nelle sale giovedì 25 aprile con distribuzione Koch Media.

 

 

About Elena Tenga (18 Articles)
Esperta di critica cinematografica ed ideatrice della rassegna Cinema d'Autrice
Contact: Facebook

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*